CulturaSenza categoria

40 film di cui forse parleremo nel 2023

È sempre più frequente che i film più attesi, quelli cioè anticipati da molte notizie, trailer, discussioni e commenti preventivi, rientrino nella categoria dei sequel, dei prequel o dei remake di film che appartengono a un universo narrativo già noto, come quello in cui si muovono i supereroi della Marvel o in cui è ambientato Star Wars. Sono sempre meno invece i film di cui si parla molto prima dell’uscita e che siano originali e basati su sceneggiature completamente nuove. Tra i film più attesi però del 2023 ce ne sono parecchi che appartengono alla seconda categoria: nei prossimi mesi infatti è prevista l’uscita di diversi “film d’autore” diretti da nomi molto celebri e amati come Christopher Nolan, Greta Gerwig e Wes Anderson. Non mancheranno comunque anche quelli che riprendono storie che già conosciamo, come il prequel della saga di Hunger Games e l’ultimo film di Harrison Ford nei panni di Indiana Jones.

La maggior parte non ha ancora una data d’uscita: per tutti gli altri è indicato il mese d’uscita in Italia o, in sua assenza, negli Stati Uniti, prima del quale è comunque improbabile che il film sarà in Italia.

When you finish saving the world – gennaio
È una commedia familiare diretta da Jesse Eisenberg, l’attore protagonista di The Social Network,  alla prima volta alla regia di un film. I protagonisti sono Julianne Moore e Finn Wolfhard (che interpreta Mike nella serie Stranger Things) nei panni di una madre e un figlio adolescente. La sinossi del film, che è stato presentato al festival cinematografico dedicato ai film indipendenti Sundance Film Festival, inizia così: «Lo studente delle superiori Ziggy esegue canzoni folk-rock originali per un’adorante pubblico online. Questo concetto confonde la madre, Evelyn, che gestisce un rifugio per i sopravvissuti agli abusi domestici».

Babylon – gennaio
Negli Stati Uniti il nuovo film di Damien Chazelle, vincitore del premio Oscar per la miglior regia nel 2017 per La La Land, è nei cinema dal mese scorso e ha ottenuto incassi piuttosto deludenti, ma questo potrebbe essere dovuto in parte al fatto che è uscito negli stessi giorni del sequel di Avatar, Le vie dell’Acqua, che invece è andato molto bene. Parla di due giovani aspiranti attori che arrivano a Hollywood negli anni d’oro del cinema muto e vengono coinvolti in un turbine di scandali, eccessi e abusi. Tra i protagonisti ci sono Margot Robbie e Brad Pitt.

Il primo giorno della mia vita – gennaio
È il nuovo film di Paolo Genovese (regista anche di Perfetti Sconosciuti) con Toni Servillo, Valerio Mastandrea, Margherita Buy, Sara Serraiocco, Gabriele Cristini e Vittoria Puccini. Parla di un uomo misterioso che si presenta a diverse persone che non hanno più voglia di vivere con un obiettivo e offre loro la possibilità di scoprire come potrebbe essere il mondo senza di loro per aiutarle a trovare un nuovo senso alle proprie esistenze.

Bussano alla porta – febbraio
È il nuovo thriller di M. Night Shyamalan, regista noto per le sue atmosfere inquietanti e suggestive, ed è tratto dal romanzo horror La casa alla fine del mondo di Paul Tremblay. Jonathan Groff e Ben Aldridge interpretano una coppia che sta passando qualche giorno di vacanza in un cottage isolato, senza internet né cellulari, insieme alla figlia Wen. All’improvviso, un gruppo di persone armate irrompe nella loro casa e chiede di fare un sacrificio che, secondo loro, salverà il mondo dall’apocalisse. Nel cast ci sono Rupert Grint (Ron nella serie di Harry Potter) e Dave Bautista.

[embedded content]

Next goal wins – aprile
È il nuovo film del regista e attore comico neozelandese Taika Waititi, che ha ottenuto la fama internazionale con il film sull’Olocausto Jojo Rabbit, candidato a vari Oscar nel 2020, e che l’anno scorso ha diretto per la Marvel Thor: Love and Thunder. Racconta la storia vera della nazionale di calcio delle Samoa Americane, diventata famosa per aver perso 31 a 0 contro l’Australia nei Mondiali del 2001. Il trailer non è ancora uscito, ma nel cast ci sono Michael Fassbender, Will Arnett ed Elisabeth Moss.

Super Mario Bros. Il Film – aprile
Non si è ancora capito bene che storia racconterà il primo lungometraggio animato ambientato nel mondo di uno dei videogiochi più celebri della Nintendo, Super Mario Bros. Intanto però è uscito un trailer:

Evil Dead Rise – aprile
È il quinto capitolo della saga horror-comica di Sam Raimi La Casa, cominciata negli anni Ottanta e molto apprezzata dagli amanti del genere. Tornano due protagoniste dei film precedenti: Beth ed Ellie. Il trailer non è ancora disponibile.

Killers of the flower moon – maggio
Il nuovo film di Martin Scorsese è un adattamento dell’omonimo libro di David Grann, che parla di una serie di omicidi avvenuti negli anni Venti tra gli Osage, la popolazione nativa americana di Osage County, in Oklahoma, dopo che sul loro terreno venne scoperto il petrolio. Nel cast ci sono, tra i molti attori noti, Leonardo DiCaprio, Robert De Niro e Brendan Fraser. Il film, che uscirà su Apple TV+ (ma anche nelle sale italiane) è in produzione da anni.

Una foto di “Killers of the flower moon”, uscita in anteprima.

Strange way of life – maggio
È un cortometraggio western diretto da Pedro Almodóvar, con Ethan Hawke e Pedro Pascal nei panni di due uomini che si sono conosciuti molto bene lavorando insieme come mercenari, da giovani. È stato descritto come «una risposta a I segreti di Brokeback Mountain» e sarà presentato al Festival del Cinema di Cannes: per ora, è uscita qualche foto dal backstage.

La sirenetta – maggio
Se ne è discusso moltissimo per via della decisione di ingaggiare l’attrice afroamericana Halle Bailey nel ruolo di Ariel: è la versione in live-action del classico film di animazione Disney, basato alla lontana sulla fiaba di Hans Christian Andersen.

Guardiani della Galassia vol. 3 – maggio
È l’ultimo film che James Gunn dirigerà per la Marvel, e l’ultimo della serie dedicata ai Guardiani della Galassia. Non si sa molto della trama, ma Gunn ha detto che sarà «un finale col botto»

Spider-Man: Across the Spider-Verse – giugno
È il secondo di tre film che dovrebbero essere ambientati nell’universo di uno dei cartoni animati più innovativi degli ultimi anni, Spider-Man: Un Nuovo Universo, che ha come protagonista Miles Morales (al posto di Peter Parker) e vinse anche un premio Oscar nel 2019. La trama pubblicata da Marvel dice: «Dopo essersi riunito con Gwen Stacy, l’amichevole Spider-Man di quartiere di Brooklyn viene catapultato nel Multiverso, dove incontra una squadra di “Spider-Eroi” incaricata di proteggerne l’esistenza. Ma quando gli eroi si scontrano su come affrontare una nuova minaccia, Miles si ritrova contro gli altri “Ragni” e dovrà ridefinire cosa significa essere un eroe per poter salvare le persone che ama di più».

Monster – giugno
È il nuovo film del regista giapponese Hirokazu Kore’eda, celebre per le sue rappresentazioni intime e profonde dei rapporti familiari. Verrà con ogni probabilità presentato al Festival di Cannes, ed è ambientato in Giappone. Al momento non si conoscono dettagli sulla trama.

Indiana Jones e la ruota del destino – giugno
È l’ultimo film di Harrison Ford in uno dei suoi ruoli più iconici, quello del celebre archeologo Indiana Jones, ed è anche il primo della saga a non essere stato diretto da Steven Spielberg. Il nuovo regista è James Mangold, che ha diretto tra gli altri Ragazze Interrotte e Quando l’amore brucia l’anima. Si sa solo che avrà a che fare con la storia dell’Operazione Paperclip, che reclutò oltre 1.600 scienziati e tecnici tedeschi tra il 1945 e il 1959. L’antagonista è interpretato da Mads Mikkelsen e nel cast ci sono anche Phoebe Waller-Bridge (autrice e attrice della serie Fleabag) e Antonio Banderas.

Barbie – luglio
Senza dubbio uno dei film più attesi dell’anno, è il primo film non d’animazione sul mondo di Barbie e il primo pensato per il cinema: la sceneggiatura è stata scritta da Greta Gerwig (Lady Bird, Piccole Donne), che è anche la regista, e da Noah Baumbach (Frances Ha, Storia di un matrimonio), suo compagno nella vita e con cui ha già lavorato in passato. Ancora oggi non si sa molto della trama del film, ma sono uscite diverse foto coloratissime che vedono Margot Robbie nei panni di Barbie e Ryan Gosling nel ruolo di Ken, oltre a un trailer un po’ strano:

Oppenheimer – luglio
Esce lo stesso giorno di Barbie ed è un altro dei film di cui probabilmente si parlerà di più quest’anno, sia perché alla regia c’è Christopher Nolan (Inception, Interstellar, Tenet), sia perché il cast è composto da attori molto famosi, tra cui Cillian Murphy, Florence Pugh, Emily Blunt, Robert Downey Jr e Matt Damon. Racconta la storia del fisico teorico Robert Oppenheimer e del suo ruolo nel Progetto Manhattan, quello che portò alla costruzione della prima bomba atomica.

How do you live – luglio
Il direttore dello Studio Ghibli Hayao Miyazaki aveva detto che sarebbe andato in pensione dopo l’uscita di Si alza il vento, nel 2013, ma ci ha ripensato: quello che dovrebbe essere effettivamente il suo ultimo film uscirà il 14 luglio in Giappone, ed è basato sul romanzo omonimo di Yoshino Genzaburō. Non c’è ancora un trailer.

Challengers – agosto
È il prossimo film di Luca Guadagnino, che ha scelto di nuovo come protagonista Zendaya, che c’era già in Bones and All, per una commedia ambientata questa volta nel mondo del tennis.

Asteroid city – settembre
È il prossimo film di Wes Anderson, regista di film come I Tenenbaum e Moonrise Kingdom e tra i più riconoscibili e di moda degli ultimi vent’anni. Come accade spesso con i suoi film, anche questo ha un cast corale che include tra i tanti Tilda Swinton, Bill Murray, Adrien Brody, Tom Hanks, Margot Robbie, Rupert Friend, Jason Schwartzman, Scarlett Johansson, Bryan Cranston, Jeff Goldblum, Hope Davis, Jeffrey Wright, Steve Park e Maya Hawke. È ambientato nel 1955, in una cittadina immaginaria in cui ogni anno si svolge una convention di giovani appassionati di spazio.

Dune: Part Two – novembre
Il regista David Villeneuve ha deciso di spezzare in due il suo adattamento del classico di fantascienza Dune, di Frank Herbert. La prima parte era uscita nel 2021 e la seconda parte uscirà questo autunno: il protagonista Paul Atreides, interpretato da Timothée Chalamet, guiderà le popolazioni indigene del pianeta Arrakis a fianco di Chani, interpretata da Zendaya. Tra i nuovi membri del cast ci sono Austin Butler, Florence Pugh e Léa Seydoux.

Ballata dell’usignolo e del serpente – novembre
A sette anni dall’ultimo film della serie di Hunger Games – saga distopica ambientata a Panem, un paese governato da un regime totalitario dove ogni anno si tiene un combattimento mortale tra giovani scelti a caso dai vari distretti che lo compongono – arriverà l’adattamento cinematografico di Ballata dell’usignolo e del serpente, romanzo che la scrittrice Suzanne Collins ha ambientato nello stesso universo immaginario. Racconta la storia del giovane Coriolanus Snow, che gli spettatori conoscono come il futuro tiranno di Panem. Nel cast ci sono Rachel Zegler, Hunter Schafer, Peter Dinklage e Viola Davis.

Wonka – dicembre
È un musical di cui si parla già da tempo: a dirigerlo è Paul King, regista dell’acclamata serie che ha come protagonista l’orsetto Paddington; il protagonista è un giovane Willy Wonka, il personaggio del libro La fabbrica di cioccolato di Roald Dahl già interpretato da Johnny Depp e Gene Wilder; l’attore che lo farà questa volta è Timothée Chalamet, che per la prima volta canterà in un film. Del resto si sa poco ma quel che si sa è già molto promettente.

Timothée Chalamet in una scena di “Wonka”.

Megalopolis
Il celebre regista Francis Ford Coppola ci lavora da molto tempo, e voleva raccontare questa storia già dagli anni Ottanta. Ha promesso che sarà «un film mai visto prima»: per ora sappiamo che sarà «un’epopea romana ambientata a New York, in un momento in cui c’è una specie di decadimento, il Senato è corrotto e le cose non funzionano», «un po’ come la congiura di Catilina, con il sindaco di New York nella parte di Cicerone». Nel cast ci sono Adam Driver, Zendaya, Aubrey Plaza, Shia LaBoeuf, Nathalie Emmanuel e Jon Voight.

Poor Things
Il regista greco Yorgos Lanthimos (famoso per film strani e inquietanti come Dogtooth e The Lobster) adatterà un romanzo ambientato in epoca vittoriana che ricorda un po’ Frankenstein: la protagonista è Bella Baxter, una bellissima giovane erotomane che si uccide per sfuggire alle violenze del marito e viene riportata in vita dal padre con il cervello di un neonato. L’attrice protagonista è Emma Stone, che aveva già lavorato con Lanthimos nel film La favorita (2018); il marito è interpretato da Willem Dafoe. Nel cast c’è anche Mark Ruffalo.

The Killer
È il ritorno del regista David Fincher (Seven, Fight Club, The Social Network) al il genere che l’ha reso famoso, il thriller, a 8 anni da Gone Girl. Prodotto da Netflix, è l’adattamento di un fumetto di Alexis Nolent che racconta la storia di un assassino che sospetta di star perdendo il senno. Nel cast ci sono Michael Fassbender e Tilda Swinton.

Ferrari
È un film su Enzo Ferrari, imprenditore e pilota automobilistico italiano fondatore della omonima casa automobilistica, incentrato sugli anni più intensi della storia della sua azienda e ambientato a Modena. La regia è dell’esperto di film d’azione Michael Mann (L’ultimo dei Mohicani, Miami Vice) e i protagonisti sono Adam Driver e Penelope Cruz, l’uscita nelle sale è prevista per l’autunno.

Adam Driver nei panni di Enzo Ferrari nel film di Michael Mann.

Priscilla
Dopo Elvis, film di Baz Luhrmann dell’anno scorso, uscirà un film di Sofia Coppola di nuovo sulla vita di Elvis Presley, ma dal punto di vista della moglie Priscilla, che aveva quattordici anni quando conobbe il futuro marito. Priscilla è interpretata da Cailee Spaeny, Elvis da Jacob Elordi. La sceneggiatura è stata scritta dalla stessa Coppola, anche se il film è basato sul libro autobiografico di Priscilla Presley Elvis & Me.

Strangers
Il film del regista britannico Andrew Haigh è un adattamento di Estranei, romanzo molto premiato del giapponese Taichi Yamada uscito nel 1987. La storia è quella di un uomo di mezz’età che torna nel quartiere della sua infanzia in un momento di crisi esistenziale e ci ritrova delle persone identiche ai propri genitori. Se ne parla anche perché tra i protagonisti ci sono due attori che ultimamente hanno avuto molta visibilità – Andrew Scott (il prete della serie Fleabag) e Paul Mescal (il protagonista della serie Persone normali) – che secondo il libro dovrebbero avere una storia d’amore. Il film potrebbe essere presentato al Festival di Cannes o a quello di Venezia.

Il sol dell’avvenire
È il nuovo film di Nanni Moretti, sarà ambientato tra gli anni Cinquanta e Settanta e parlerà del mondo del cinema italiano di quegli anni. Nel cast ci sono attori che hanno lavorato spesso con Moretti, tra cui Silvio Orlando e Margherita Buy, ma anche il francese Mathieu Amalric (già visto in film come Venere in pelliccia di Roman Polanski e Grand Budapest Hotel di Wes Anderson). Moretti ha detto che il film è stato un progetto complesso e costoso.

La chimera
Quest’anno esce anche il film di un’altra regista italiana apprezzata in tutto il mondo: Alice Rohrwacher, già premiata a Cannes per la sceneggiatura di Lazzaro Felice. Il nuovo film sarà ambientato negli anni Ottanta e racconterà la storia di un cacciatore di reperti etruschi che ha il dono di “sentire il vuoto”.

Saltburn
È il secondo film di Emerald Fennell, che ha vinto l’Oscar per la migliore sceneggiatura originale nel 2022 per Una donna promettente. Della trama si sa solo che parlerà di una storia di ossessione all’interno di una famiglia aristocratica inglese. Nel cast ci sono Rosamund Pike, Richard E. Grant e Jacob Elordi.

Beau is afraid
Il regista Ari Aster, regista horror apprezzatissimo per Hereditary e Midsommar, ha detto che sarà «una commedia da incubo»: Joaquin Phoenix interpreterà «uno degli imprenditori di maggior successo di tutti i tempi, nell’arco di vari decenni». Probabilmente verrà presentato a Cannes.

Napoleon
È il tentativo del celebre regista britannico Ridley Scott di raccontare le origini di Napoleone Bonaparte «attraverso il prisma del suo rapporto assuefacente e spesso instabile con Giuseppina, sua moglie e unico amore». I protagonisti sono Joaquin Phoenix e Vanessa Kirby.

Maestro
È stato scritto, diretto, prodotto e interpretato dall’attore e regista Bradley Cooper e racconta la storia di uno dei più grandi direttori d’orchestra della storia, Leonard Bernstein, diviso tra la storia d’amore con la futura moglie Felicia e quella con l’amante Tom Cothran in un periodo in cui l’omosessualità non era accettata. Oltre a Cooper, nel cast ci sono anche Carey Mulligan, Matt Bomer e Maya Hawke.

Wizards!
È una sceneggiatura originale di David Michôd, e parla di due sfortunati gestori di un bar sulla spiaggia (interpretati da Pete Davidson e Frank Rogowski) che finiscono nei guai quando si imbattono in un bottino rubato.

La conversione
È il nuovo film di Marco Bellocchio, ispirato a una storia vera: quella di Edgardo Mortara, bambino ebreo che nel 1858 venne rapito per essere cresciuto come cattolico da Papa Pio IX. Tra i protagonisti ci sono Fabrizio Gifuni e Filippo Timi.

El Conde
Il regista cileno Pablo Larraín, che l’anno scorso ha fatto molto parlare di sé per il suo film Spencer, in cui Kristen Stewart interpreta Lady Diana, questa volta ha lavorato a una commedia satirica che parte da una premessa stranissima. In El Conde, il dittatore cileno Augusto Pinochet viene immaginato come un vampiro di 250 anni che desidera soltanto morire. Uscirà su Netflix.

Bottoms
È il secondo film di Emma Seligman, che nel 2020 aveva diretto Shiva Baby, una commedia indipendente sulla vita disastrata di un’adolescente bisessuale ebrea molto acclamato dalla critica. Anche in questo caso le protagoniste sono delle adolescenti queer, che decidono di creare un “fight club” per sole donne con l’idea di trovarsi una fidanzata cheerleader prima di finire il liceo.

Nuovo Olimpo
Una nuova commedia romantica di Ferzan Ozpetek, su due venticinquenni che si incontrano per caso negli anni Settanta e si innamorano perdutamente, ma vengono separati contro la propria volontà: per trent’anni cercheranno di ricongiungersi per amarsi finalmente in tranquillità. È prodotto da Netflix.

Wasp 22
Sarà il cinquantesimo film di Woody Allen ed è ambientato a Parigi, dove aveva già ambientato Midnight in Paris nel 2011. Non si sa nulla sulla trama, ma le riprese sono state concluse lo scorso autunno e ci si aspetta che sia presentato a Cannes.

LINK ORIGINALE

Fonte:https://www.ilpost.it/, Pubblicato il:

Related Articles

Back to top button