Salute e benessere

Insalate in busta, è allarme pesticidi Ecco quali comprare al supermercato

Pesticidi e metalli pesanti nelle insalate in busta, fate attenzione a quali comprate al supermercato

Quando si fa la spesa, si sa, spesso si ricorre, un po’ per mancanza di voglia o tempo, ad alimenti confezionati e già pronti per andare in tavola. Ebbene, tra i “piatti” più comuni di questo tipo vi è indubbiamente l’insalata in busta. Spesso, però, questo tipo di alimento può presentare elementi impercettibili al suo interno che potrebbero provocare danni al nostro organismo.

Un test effettuato da “Il Salvagente” nel 2019 aveva evidenziato un tipo di problema, assai diffuso e preoccupante, in alcune marche di insalate imbustate vendute nei supermercati e discount. Secondo questo esame, le insalate analizzate erano sicure dal punto di vista dei batteri (non sono state trovate tracce di salmonella, Escherichia Coli e listeria) ma sono state trovate tracce di pesticidi e metalli pesanti (anche se sempre entro i limiti fissati dalla legge).

Quindi, per cercare di evitare di acquistare alimenti che contengono questi fitofarmaci e sostanze dannose per la salute, possiamo prediligere l’acquisto di insalate biologiche, che non ricorrono all’uso di pesticidi in agricoltura.

Ma quali sono i parametri per capire, da consumatori, quali sono le migliori instalate in busta da comprare al supermercato? Quando facciamo la spesa e decidiamo di comprare l’insalata in busta, è molto importante fare attenzioni ad alcuni particolari aspetti. La confezione, infatti, deve essere:

  • sigillata e integra
  • non deve essere gonfia (questo è un segno di una possibile proliferazione batterica)

Non solo. Inoltre bisogna sempre:

  • controllare la data di scadenza e acquistare quella che scade più tardi
  • controllare che l’insalata sia già lavata (ci sono anche insalate in busta non lavate, ma da lavare prima dell’uso).

LINK ORIGINALE

Fonte:https://www.affaritaliani.it/, Pubblicato il:

Related Articles

Back to top button