Attualità

Chiesa contro il bonus nozze. “Un sacramento non si compra”

La Chiesa boccia il bonus nozze. “Aiuti per tutti, non solo alcune”

La proposta della Lega di stanziare un bonus di 20mila € in favore delle coppie che decidono di sposarsi in chiesa, ha creato una bufera politica. Ad opporsi a questa iniziativa, però, non sono solo i partiti, alcuni della stessa maggioranza di governo, ma addirittura il Vaticano. La presa di posizione dell’arcivescovo Vincenzo Paglia, che presiede la Pontificia accademia della vita nella Santa Sede, è molto netta. “Dopo il Covid – spiega Paglia al Corriere della Sera – si nota una leggera ripresa dei matrimoni, e tra questi molti anche in Chiesa. C’è da augurarsi che la tendenza si stabilizzi. Davanti alla crisi dei matrimoni, religiosi o civili, è opportuno pensare ad un sistema per sostenere le unioni stabili. Se lo Stato vuole aiutare le famiglie ben venga, ma tutte le famiglie“.

“Il matrimonio per la Chiesa – prosegue Paglia al Corriere – è un sacramento e un sacramento non si compra. Il credente che sceglie la celebrazione del matrimonio in Chiesa non si fa convincere a questo passo dalle detrazioni economiche, almeno spero. Uno Stato che si impegna a sostenere le famiglie, soprattutto nei momenti più difficili, compirebbe una grande scelta. Ma dovrebbe riguardare tutti i cittadini, ovviamente, non solo alcuni, al di là del fatto che abbiano fede o no. Del resto che ne sarebbe dei matrimoni in sinagoga, nelle moschee o altrove?”.

LINK ORIGINALE

Fonte:https://www.affaritaliani.it/, Pubblicato il:

Related Articles

Back to top button