Scienza e tecnologia

Alzheimer: venerdì 27 maggio il convegno internazionale “Bridging the Minds”

Sei anni per tracciare un percorso in stretta collaborazione tra Università di San Marino, Iss e tre atenei inglesi, una prima fase di analisi su circa 40 pazienti affetti dal morbo di Alzheimer, seguiti dalla Unità operativa complessa di Neurologia diretta da Susanna Guttmann, grazie alla quale si sono ottenuti ottimi riscontri in termini di elementi e dati raccolti; ora però è tempo di guardare avanti, ovvero alla seconda fase del progetto, capire in buona sostanza se esistono segnali precoci per individuare la malattia entro tre anni dagli esami, quindi con largo anticipo ed in maniera economica e non invasiva. Oltre 400 in generale i casi diagnosticati, trattati e inseriti fino ad oggi nel registro realizzato dalla UOC Neurologia.

Nelle intenzioni del coordinatore dello studio Francesco Tamagnini, ricercatore sammarinese nel Regno Unito e stretto collaboratore di studiosi e clinici attivi sul Titano, c’è proprio quella di verificare nell’ambito di un convegno internazionale che si terrà venerdì 27 maggio in Repubblica, la possibilità di far evolvere lo studio “dai laboratori agli ambulatori” mettendo in relazione clinici ed accademici.

Obiettivo: rendere San Marino, realtà già peculiare per densità demografica ed alta aspettativa di vita, un modello all’esterno, sviluppando una attività di screening, simile a quella per le diagnosi precoci dei tumori, attraverso l’utilizzo dello strumento dell‘elettroencefalogramma, allo scopo di intercettare preventivamente i primi segnali della malattia.

Progetto nel quale l’Università crede e continua ad investire per le ricadute positive certe sul territorio. Sostegno allo studio confermato anche dall’ISS, poiché permette al Paese di essere protagonista nella ricerca e nella clinica. Con un occhio particolare all’impatto violento che le malattie neurodegenerative esercitano sulla società.

Nel video le interviste a Corrado Petrocelli, Rettore Università di San Marino e Francesco Bevere, Direttore Generale ISS.

LINK ORIGINALE

Fonte:https://www.sanmarinortv.sm/, Pubblicato il:

Related Articles

Back to top button