Attualità

Scuola, per il 2022/23 resta un plesso in ogni Castello

In commissione consiliare approvato un ordine del giorno all’unanimità sulle prospettive della scuola elementare e dell’infanzia.

Per il prossimo anno salvi i plessi di tre Castelli che, causa calo demografico e conseguente calo delle iscrizioni, erano a rischio. Lo ha rivelato durante il dibattito in Commissione il Segretario all’Istruzione Andrea Belluzzi. A Faetano la prima elementare avrà 9 alunni, 12 a Montegiardino, 8 a Chiesanuova. Numeri, in ogni caso, bassissimi che nei prossimi anni sono destinati a scendere ulteriormente. Impietoso il drastico calo demografico che si sta palesando anche nel 2022. Il trend è di soli 180 nuovi nati a fine anno, 32 in meno del 2021 che a sua volta è stato l’anno peggiore da quando l’ufficio statistica pubblica il bollettino. La maggioranza ha presentato un ordine del giorno per non procedere, nell’anno scolastico 2022/2023, a nuove chiusure o ad accorpamenti in alcun plesso dando mandato al Congresso di Stato, ed alla Segreteria di Stato all’Istruzione di proporre alla Commissione, entro il 31/12/2022, un progetto complessivo per il 2023/2024 e per gli anni a seguire. Con qualche aggiustamento è stata trovata l’intesa con tutta l’opposizione per un documento condiviso. La riunione della commissione proseguirà anche in seduta serale.

Related Articles

Back to top button