Attualità

​​​​​​​”Poisedon”, nuovo gasdotto da Israele a Otranto

Gasdotto Poisedon: progetto pronto dal 2017, sarà operativo nel 2025

La guerra in Ucraina continua e le conseguenze soprattutto relative alle forniture di gas da parte della Russia si fanno sentire, soprattutto in Italia. Il mondo, subito dopo l’inizio del conflitto, si è messo alla ricerca di gas per scavalcare Putin. Si è scoperto così – si legge sul Corriere della Sera – che un gasdotto progettato e approvato c’era già da tempo, si tratta di “Poseidon”, ma a differenza del Tap non ha mai visto la luce per ragioni geopolitiche. Ora tutto è cambiato. Il gasdotto di complessivi 1.900 chilometri, che può trasportare fino a 12 miliardi di metri cubi all’anno, è costituito da una linea offshore di circa 210 chilometri che parte da Israele e attraversa il Mar Ionio fino a Otranto.

Il progetto — prosegue il Corriere – è pronto per la fase realizzativa, con tutte le autorizzazioni necessarie. E così la macchina peril nuovo gasdotto si è rimessa in moto. Con meccanismi, in realtà, soltanto da oliare perché già nel 2017 l’allora ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda firmò l’accordo per il gas con Israele, Grecia e Cipro; e nel marzo 2021 il ministero dell’Ambiente ha prorogato i termini per la realizzazione del gasdotto al 1° ottobre 2023 per l’inizio lavori e al 1° ottobre 2025 per il termine. Così l’Italia si prepara a diventare un possibile hub per tutto il sud Europa, come anticipato da Draghi in un vertice con Portogallo, Spagna e Grecia.

LINK ORIGINALE

Fonte:https://www.affaritaliani.it/, Pubblicato il:

Related Articles

Back to top button